Diritto Civile

Risarcimento danni- Il terzo trasportato può chiedere l'integrale risarcimento a ciascuno dei responsabili in virtù del principio di responsabilità solidale ex art 2055 c.c. (Corte di Cassazione Sezione Civile ordinanza n. 16143 del 17.06.2019).

Risarcimento danni- Il terzo trasportato può chiedere l'integrale risarcimento a ciascuno dei responsabili . [..]... ... 

  • Data: 1 Luglio

Risarcimento danni- Il terzo trasportato può chiedere l'integrale risarcimento a ciascuno dei responsabili in virtù del principio di responsabilità solidale ex art 2055 c.c. (Corte di Cassazione Sezione Civile ordinanza n. 16143 del 17.06.2019).

Il caso concerne l'ipotesi in cui il terzo trasportato subisca delle lesioni fisiche a seguito di un sinistro stradale.

La vicenda, in primo grado, si concludeva con la condanna al risarcimento dei soggetti responsabili; nel caso specifico, la responsabilità del sinistro veniva addebitata nella misura del 70% al proprietario del veicolo, nella misura del 30% al conducente dell'autocarro.

I soggetti coinvolti ricevevano risarcimento dei danni in misura proporzionale.

Successivamente proponevano ricorso per Cassazione eccependo, l'erronea riduzione del risarcimento, invocavano, anche, l'applicazione dell'art 2055 c.c. il quale prevede la responsabilità solidale, con conseguente risarcimento del danno.

A tal proposito la Corte chiarisce che, il terzo trasportato, ha il diritto di richiedere il risarcimento integrale ad uno qualsiasi dei soggetti ritenuti responsabili.

Affinchè il terzo danneggiato possa chiedere l'integrale risarcimento occorre, però, che, agisca, in qualità di terzo trasportato, sin dall'inizio.

La Corte indica, altresì, come necessario, che il terzo trasportato non sia anche proprietario del mezzo, in quest'ultimo caso egli dovrà chiedere il risarcimento alla propria compagnia assicurativa.

In definitiva il principio che la Corte afferma, nella pronuncia esaminata, è quello in base al quale, il terzo trasportato può agire, per l'integrale risarcimento del danno, sia nei confronti del vettore, sia nei confronti del titolare del terzo veicolo, a nulla rilevando, ai fini della riduzione del risarcimento, la diversa gravità delle colpe dei soggetti corresponsabili.

Infatti l'elemento della diversa gravità può rilevare soltanto in sede di ripartizione interna del risarcimento.

 

Commento dell' Avv. Mariangela Caradonna

c/o Studio Legale Cavalletti

Via R. Fucini, 49

56125 Pisa

Tel: 050540471

Fax. 050542616

www.studiolegalecavalletti.it

www.news.studiolegalecavalletti.it

 

Log in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy & Informativa Privacy.

Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie.