Diritto Civile

Responsabilità medica e consenso informato: doppio risarcimento in caso di mancanza del consenso informato. (Corte di Cassazione, ordinanza n. 16892 depositata il 25.06.2019).

Responsabilità medica e consenso informato: doppio risarcimento in caso di [..] 

  • Data: 9 Luglio

Responsabilità medica e consenso informato: doppio risarcimento in caso di mancanza del consenso informato. (Corte di Cassazione, ordinanza n. 16892 depositata il 25.06.2019).

 

La vicenda riguarda la richiesta di risarcimento danni,  presentata da due coniugi, nei confronti di due medici e dell'asl, a seguito della nascita della figlia affetta da una patologia all'arto superiore destro.

I due genitori sostenevano la negligenza della condotta del personale medico, in particolare li accusavano di omissione diagnostica e di mancato consenso informato.

La Corte di Appello competente accoglieva la domanda di risarcimento limitatamente al danno da “nascita indesiderata”.

La Suprema Corte, pertanto, veniva interrogata sulle altre richieste risarcitorie, avanzate dai coniugi, ovvero sul diritto al risarcimento danni da invalidità permanente,  temporanea e parziale nonché sui danni psichici e da vita di relazione diminuita.

La Corte chiarisce l'importanza del consenso informato, il consenso infatti legittima, a parere dei Giudici, l'intervento del personale medico. In caso di mancato consenso, e ad esclusione dei casi di trattamento sanitario obbligatorio o nel caso in cui vi siano ragioni di necessità, l'intervento viene qualificato come illecito.

Secondo i giudici di legittimità il paziente ha il diritto di essere previamente informato sulle conseguenze del trattamento eseguito in modo da essere consapevole nel momento in cui si sottopone all'intervento.

Nel caso di specie la Corte aggiunge che il consenso informato è un diritto fondamentale della persona, in quanto tale costituisce prestazione diversa rispetto all'intervento chirurgico da eseguire, il quale, invece, trova tutela nel diritto fondamentale alla salute.

In definitiva, mediante tale pronuncia, la Corte afferma il diritto ad un doppio risarcimento, uno in caso di omesso consenso informato e uno nel caso in cui il trattamento sanitario sia stato eseguito erroneamente.


Avv. Carlo Cavalletti Patrocinante in Cassazione

c/o Studio Legale Cavalletti

Via R. Fucini, 49

56125 Pisa

Tel: 050540471

Fax. 050542616

www.studiolegalecavalletti.it

www.news.studiolegalecavalletti.it

 

Log in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy & Informativa Privacy.

Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie.