Diritto Civile

Condanna di omicidio colposo per chi ha la precedenza e non rispetta i limiti di velocità (Corte di Cassazione, Sezione Penale n. 15238 del 15 maggio 2020).

Condanna di omicidio colposo per chi ha la ...[..]

  • Data:12 Giugno

 

Il caso sorgeva a seguito di un incidente stradale dove due coniugi decedevano, dopo essere stati travolti da una automobilista. Quest'ultimo veniva imputato, poi, di omicidio colposo con violazione delle norme sulla circolazione.
Il conducente veniva condannato in primo grado e successivamente assolto dalla Corte di appello competente.
La questione, giunta dinanzi alla Suprema Corte, veniva da questa cassata con rinvio alla Corte di appello, la quale confermava la condanna inflitta dal tribunale.
L'imputato ricorreva dinanzi alla Corte di Cassazione dove sosteneva, tra le altre cose, che l'immissione in strada del quad era avvenuta quando lui, avendo usufruito del diritto di precedenza, stava attraversando l'incrocio. Il ricorrente sosteneva, pertanto, che la responsabilità dell'incidente fosse ascrivibile all'imprudenza del conducente dell'altro veicolo, a nulla rilevando la velocità tenuta dallo stesso.
Gli Ermellini ritenevano il ricorso infondato e confermavano la condanna di omicidio colposo per l'automobilista.
A parere dei Giudici, infatti, chi ha il diritto di precedenza non deve, comunque, abusarne.
In sostanza, il conducente deve moderare la velocità nei pressi di un incrocio al fine di poter evitare qualsiasi imprevisto, anche se dettato dal mancato rispetto della precedenza altrui.
Nel caso in esame, emergeva che l'automobilista viaggiava ad una velocità di 100km/h durante le ore notturne e non rallentava nei pressi dell'incrocio.
Infatti se l'automobilista avesse tenuto una condotta più prudente ed attenta sarebbe stato possibile evitare l'evento morte.
La condanna, pertanto, veniva confermata dai Supremi Giudici.

Commento dell'Avv. Carlo Cavalletti iscritto Albo Cassazionisti

Via R. Fucini, 49

56125 Pisa

Tel: 050540471

Fax. 050542616

www.studiolegalecavalletti.it

www.news.studiolegalecavalletti.it

 

Log in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy & Informativa Privacy.

Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie.