Diritto del Lavoro

Buoni lavoro e superamento del limite consentito: il rapporto di lavoro diventa di natura subordinata. (Corte di Cassazione, Sezione lavoro, sentenza n. 32702 del 12.12.2019).

Buoni lavoro e superamento del limite consentito...[..]

  • Data: 19 Dicembre

Con la pronuncia in esame la Suprema Corte interviene sull'utilizzo dei buoni lavoro, sostituti dei vecchi voucher.

In particolare la decisione fornisce dei chiarimenti in relazione ai casi in cui venga superato il limite consentito.

La vicenda riguardava un dipendente, di una catena di fast food, il quale veniva assunto, dapprima, con contratto occasionale, retribuito con i buoni lavoro e, successivamente con contratto di apprendistato. Nel caso di specie le mansioni del lavoratore rimanevano immutate.

Sia in primo grado che in appello le richieste della società datrice di lavoro non trovavano accoglimento. Veniva, infatti, dichiarato illegittimo il licenziamento del dipendente e la società veniva condannata a reintegrare il lavoratore nel posto di lavoro e al pagamento di una indennità risarcitoria.

Per i Giudici, infatti, il rapporto di lavoro aveva natura subordinata.

Il limite stabilito per i buoni è pari ad € 2.693,00 lordi ovvero € 2.020,00 netti per ciascun committente, cosi come previsto dall'art. 70 del d.lgs n. 276/2003.

Nella fattispecie in esame era stata raggiunta la soglia di € 2.310,00.

La società ricorreva dinanzi alla Suprema Corte, dove sosteneva la violazione dell'art 70 e 72 del d.lgs n. 276/2003 anche in relazione all'art 360, n. 3 c.p.c.

Nello specifico la società lamentava il riconoscimento della natura subordinata sulla base delle mansioni svolte, nonché la circostanza di ritenere il limite massimo dei compensi del lavoratore riferito al valore nominale dei voucher e non all'importo inferiore percepito dal lavoratore.

La Suprema Corte non ha condiviso le doglianze rilevate e ha rigettato il primo motivo e dichiarato inammissibile il secondo, confermando la decisione della Corte di appello.

Commento dell' Avv. Carlo Cavalletti iscritto Albo Cassazionisti

Via R. Fucini, 49

56125 Pisa

Tel: 050540471

Fax. 050542616

www.studiolegalecavalletti.it

www.news.studiolegalecavalletti.it

 

Log in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy & Informativa Privacy.

Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie.