Lavoro

Tempo di vestizione degli infermieri riconosciuto come orario di lavoro.

  • Pubblicato in Lavoro
  • Letto 860 volte

Numerose sentenze in tutto il territorio nazionale riconoscono il diritto del personale infermieristico a vedersi riconosciuto- come orario di lavoro- il tempo impiegato per indossare la divisa necessaria a lavorare in ospedale.

Ed infatti ai sensi del decreto legisltaivo n. 66/2003 e la direttiva comunitaria n. 104/1993 – recepita dall’art. 1 del riportato decreto- deve essere ricompreso nell’orario di lavoro “qualsiasi lavoro in cui il lavoratore sia a lavoro e a disposizione del datore di lavoro e nell’esercziio delle sue attività e le sue funzioni”.

La stessa Corte di Cassazione appare univoca: le citate norme imperative impongono che i tempi di vestizione e di svestizione dei lavoratori devono considerarsi “lavoro” e vanno quindi come tale retribuiti, a condizione che lo svolgimento di tali operazioni venga eterodiretta dal datore di lavoro.
Più specificamente, secondo la Corte “ai fini di valutare se il tempo occorrente per indossare la divisa aziendale debba essere retribuito o meno, occorre far riferimento alla disciplina contrattuale specifica: in particolare, ove sia data facoltà al lavoratore di scegliere il tempo e il luogo ove indossare la divisa stessa (anche presso la propria abitazione, prima di recarsi al lavoro) la relativa attività fa parte degli atti di diligenza preparatoria allo svolgimento dell'attività lavorativa, e come tale non deve essere retribuita, mentre se tale operazione è diretta dal datore di lavoro, che ne disciplina il tempo ed il luogo di esecuzione, rientra nel lavoro effettivo e di conseguenza il tempo ad essa necessario deve essere retribuito” (Cass. Civ. sez. lav. 08 settembre 2006 n. 19273; Cass. civ., sez. lav., 31 gennaio 2011 n. 2135; Cassazione civile sez. lav. 10 settembre 2010 n. 19358; Cassazione civile sez. lav. 02 luglio 2009 n. 15492).

E così il Tribunale di Pescara e il Tribunale di Pisa – solo per citarne alcuni- hanno condannato le relative ASL al pagamento delle somme a titolo di retribuzione straordinaria a favore del personale inferimeristico per i cinque anni trascorsi con un pagamento di decine di migliaia di euro.

Altresì medesimo diritto sarà di spettanza di altro personale quale ad esempio quello dei fisioterapisti, OTA, OSS, audiomestristi e tecnici di radiologia.


Avv. Carlo Cavalletti

Via R. Fucini, 49 56125 Pisa
Tel. 050540471
Fax. 050542616
www. studiolegalecavalletti.it

 

 

Se hai bisogno di una consulenza in merito a questo argomento compila il form, ti contatteremo entro 24 ore.

captcha

Ultima modifica ilSabato, 27 Febbraio 2016 14:22
Altro in questa categoria: « Intermediazione di Manodopera

Log in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy & Informativa Privacy.

Cliccando su "OK" acconsenti all’uso dei cookie.